IL GEALAB: IL MIO PICCOLO LABORATORIO IN MANSARDA.

GeaLab. Il mio angolo.
Settembre è alle porte. E’ stata un’estate bellissima,  lunga e a stretto contatto con i miei bimbi. E’ trascorsa tra giochi, piscina e riorganizzazione degli spazi che utilizzerò quando i miei monelli avranno iniziato la scuola.

L’angolo che non vedo l’ora di iniziare a frequentare assiduamente è il mio laboratorio di cucito: il piccolissimo GeaLab.

Per tutti questi anni macchina da cucire e tagliacuci hanno vagato dal mio armadio dei vestiti a uno dei tavoli liberi in casa obbligandomi a faticosissimi “traslochi”. Non ho mai avuto un vero spazio dove cucire o tenere i miei attrezzi del cucito.

Da settembre avrò molto più tempo da dedicare a GeaIdea e conto di impegnarmi a mille per migliorare ancora di più questa attività che mi sta regalando già infinite soddisfazioni. Finalmente non mi dovrò più preoccupare dei cuccioli che dormono e di evitare di fare rumore. Stanno diventando grandi (lo sono diventati in un attimo, sinceramente) ed anche in casa si stanno finalmente delineando tutti gli spazi.

Quando la primavera scorsa abbiamo sistemato la cameretta di Jacopo, il più piccolo, in mansarda, io ho perso l’angolo dove lavoravo prima che nascessero i bimbi. Durante i lavori mi sono scervellata alla ricerca di una soluzione per trovare uno spazio scrivania dove installare la stampante e tutto ciò che poteva essere utile in un piccolo ufficio. Ovviamente, secondo il GeaMarito, questo spazio non sarebbe mai saltato fuori.

Premetto che la nostra mansardina è bassa, angusta e stipata in ogni dove. In più, il GeaMarito non ha mai avuto la capacità di vedere al di là, di immaginare le cose prima ancora che fossero state create. Mi sono dovuta arrangiare e insieme agli operai che sistemavano la cameretta ho tirato fuori il mio tugurio. E’ un po’ come il sottoscala di Harry Potter, o almeno come io mi sono sempre immaginato che fosse!

Eh si, perché solo di tugurio si può parlare. E’ un angolino raccolto, piccolo piccolo. Ovviamente la comodità dello stare in piedi é assolutamente impossibile ma seduti ci si sta davvero comodi. Un posticino raccolto con il legno a vista e tutto quello che serve.

E lì ho spostato le mie macchine da cucire. Ebbene si, è arrivato il momento di presentarvelo: ecco il GeaLab.

Il GeaLab: il mio piccolo laboratorio di cucito.

Il GeaLab: il mio piccolo laboratorio di cucito.

Come potete vedere c’è una scrivania, una sedia da ufficio, una cassettiera Ikea (di proprietà del GeaMarito) una pianta e nient’altro. Si trova all’imbocco di un ripostiglio tra il bagnetto e la camera di Jacopo.

E’ piccola ma a me piace e soprattutto é provvisto di tutto ciò di cui ho bisogno. Nell’angolo in fondo hanno trovato posto la macchina da cucire e la tagliacuci disposte su due tovagliette Ikea che permettono uno spostamento veloce per avere tutto a disposizione in un attimo.

Macchina da cucire e tagliacuci nel laboratorio di cucito

Macchina da cucire e tagliacuci nel GeaLab.

Tagliacuci in azione nel GeaLab.

La mia adorata mamma ha contribuito all’allestimento regalandomi la cassettiera lavagna molto provenzale che contiene alcuni degli attrezzi del laboratorio e le immancabili etichette che personalizzano le mie creazioni. Potete vederla sullo sfondo nella foto qui sopra. Ne sono letteralmente innamorata.

Non vedo l’ora di mettermi all’opera. Tante cose bollono in pentola e tante cose sono in fase di lavorazione, fra qualche giorno, magari, ve le svelerò.

Per ora sto scegliendo le stoffe per iniziare a lavorare per le commesse di Natale. A proposito, pensavo di cucire qualche altro runner da tavola che piacciono sempre tantissimo. Se non ve lo ricordate lo potete vedere qui.

Dimenticavo, l’altro giorno nel GeaLab ho trovato il GeaMarito con il Suo computer che bofonchiava di quanto fosse soddisfatto d’aver trovato un angolino così per quando lavora da casa. Dite che si merita di condividere tutto questo con me?

Il Gealab: il mio laboratorio di cucito

Il Gealab: il mio laboratorio di cucito

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

4 Comments on “IL GEALAB: IL MIO PICCOLO LABORATORIO IN MANSARDA.

  1. Che bello il tuo angolino creativo, ma soprattutto bello sentire tutto l’entusiasmo che ci riverserai ❣️ Non resta che augurarti BUON LAVORO!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *