PEPERONCINI TONDI PICCANTI RIPIENI DALL’ORTO DI CASA MIA

Quest’anno l’orto della Geacasa è un tripudio di sapori. Sarà anche che il GeaMarito ha trovato un concime alla barbabietola supernaturale e efficacissimo, ma così tanti ortaggi non li avevamo mai avuti. Settimana scorsa ho raccolto la prima mandata di peperoncini tondi piccanti che lui adora. Erano più di un chilo e davvero piccantissimi. Ovviamente, mi è toccato riempirli e imbarattolarli: un lavoraccio, a mio avviso, ma ne è talmente goloso che devo assolutamente accontentarlo. Cosa non si fa per amore!

Non credo che dureranno molto in dispensa (un barattolo dei tre preparati è già stato svuotato) e soprattutto credo che nei prossimi giorni mi toccherà rimettermi all’opera. Le piante di peperoncino del GeaOrto sono superproduttive.

Peperoncini tondi piccanti appena colti

Peperoncini tondi piccanti appena colti dal GeaOrto

Ecco a voi la ricetta che ho usato: sono venuti davvero deliziosi.

Tempo di preparazione: Mezz’ora circa più il tempo per la sterilizzazione dei barattoli prima e dopo il riempimento.

INGREDIENTI:

  • 1 kg di peperoncini tondi
  • Olio extravergine di oliva
  • 250 ml di aceto bianco
  • 250 ml di vino bianco
  • 2 foglie di alloro
  • 3/4 bacche di ginepro
  • 4 chiodi di garofano
  • 1 cucchiaino di origano essiccato
  • una presa di sale grosso
  • 350 g di tonno sott’olio
  • 80 g di capperi
  • 100 g di acciughe sott’olio

PROCEDIMENTO:

La prima cosa da fare è sicuramente quella di munirsi di guanti in lattice da utilizzare per le operazioni di pulizia dei peperoncini.  I miei erano davvero piccanti, non so che qualità abbia piantato il GeaMarito ma stavolta ho sofferto durante le operazioni di pulizia! Ho pianto peggio che a pulire le cipolle!

Nel frattempo mettete a bollire per mezzora i vostri barattoli di vetro e i tappi per la sterilizzazione. Il consiglio che mi viene in mente di darv i è quello di utilizzare dei barattoli piuttosto grossi, ci staranno più peperoncini e dovrete sterilizzare meno contenitori.

Pulite e lavate i peperoncini tondi piccanti.

Pulite e lavate i peperoncini tondi piccanti.

Mondateli eliminando i piccioli. Aiutandovi con uno scavino da cucina eliminate i semi e tutte le membrane chiare interne. Durante questa fase ho approfittato per tenere i semi. Li ho distribuiti tra due fogli di carta assorbente e li ho fatti seccare molto bene. L’anno prossimo verranno piantati e avremo altre piante altrettanto valide senza spendere soldi! Ormai la maggior parte delle piante del nostro orticello nascono da seme.

Lavate i peperoncini sotto l’acqua corrente fredda eliminando eventuali residui.

Mettete in un pentolino piccolo il vino, l’aceto, gli aromi (ginepro, alloro, origano e chiodi di garofano). Salate il tutto con il sale grosso a disposizione e mettete sul fornello.

Raggiunta la bollitura buttate  i peperoncini e fateli cuocere 3/4 minuti circa.

Cottura dei peperoncini tondi piccanti

Cottura dei peperoncini tondi piccanti

Scolateli e disponeteli su uno strofinaccio ben pulito con il buco rivolto verso il basso.

Asciugatura dei peperoncini

Asciugatura dei peperoncini

Durante questa fase avrete un po’ di tempo perché i peperoncini per poter essere riempiti dovranno essere belli asciutti.

Utilizzando un frullatore unite il tonno, le acciughe e i capperi preventivamente sciacquati dalla loro salamoia. Non frullateli troppo, cercate di lasciarli piuttosto grossolani, eviterete che una volta sottolio il tonno esca dal peperoncino e vaghi nel barattolo rendendo l’aspetto della conserva esteticamente poco appetibile.

Una volta asciutti, riempiteli, cercando di non lasciare bolle d’aria all’interno del peperoncino. Il metodo migliore è utilizzando una sac à poche. Io ho usato quella ma anche con un cucchiaino piccolo si riempiono con facilità.

Riempimento dei peperoncini

Riempimento dei peperoncini

I barattoli a questo punto saranno sicuramente pronti. Li avrete fatti bollire e li avrete fatti asciugare all’aria aperta con le superfici interne rivolte verso l’alto.

Prendete i barattoli e disponete i peperoncini con il ripieno rivolto verso l’alto. Cercate di riempire bene tutti gli spazi possibili. Lasciate circa un paio di cm dall’apice del barattolo e state attenti a mantenere puliti i bordi del barattolo. In questo modo, la sterilizzazione e il sottovuoto avverrà senza problemi.

Riempite il barattolo con l’olio coprendo bene i peperoncini ma lasciando circa un cm di aria dal tappo.

Chiudete con il tappo e mettete a bollire il barattolo per circa quaranta minuti in una pentola di acqua mantenendoli ben dritti.

Dopo questo tempo i sottovuoti dei tappi saranno attivati (non faranno più click e clack) e voi avrete le vostre conserve pronte. I vostri peperoncini durerenno circa sei mesi.

I nostri, purtroppo, non durano mai così tanto…

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *