LA TINTURA NATURALE: TINGERE CON LA CURCUMA

Tintura Naturale: la Curcuma

Le mie sperimentazioni in ecoprint continuano e le prove per colorare i tessuti con la tintura naturale é quasi all’ordine del giorno. Giovedì prossimo ci sarà la recita del mio bimbo all’asilo e mi hanno chiesto di mettergli una maglietta gialla. Ovviamente l’armadio è corredato da ogni colore possibile e immaginabile ma non  avevamo NULLA di giallo.

E’ sicuramente un colore che non amo e non ne ha mai neanche ricevuta una in regalo. In fondo all’armadio ce n’era però una bianca che, guarda caso, giaceva inutilizzata. Nel mobile della cucina ho una scorta invidiabile  curcuma che é proprio giallo brillante e sapevo che nei paesi medio orientali veniva utilizzata come colorante. Potevo lasciarmi sfuggire un’occasione così? Non sia mai. Ed Ecoprint sia!

E’ stato il secondo esperimento per me di Ecoprint o tintura naturale. La mia prima volta la potete vedere qui!

Qui di seguito vi spiegherò quali sono i passaggi per colorare una maglietta per bimbo con una tintura naturale. Innanzitutto ecco l’elenco di tutto quello di cui avrete bisogno:

  • Una maglietta bianca.
  • Cristallo di Rocca o Cristallo di Potassio.
  • Un pestello.
  • Elastici.
  • Curcuma.
  • Un bicchiere di Aceto Bianco.

Una precisazione: il cristallo di Potassio molti di voi ce l’hanno in casa senza sapere di averlo. E’ quel cristallo trasparente che si trova in erboristeria e che negli ultimi anni viene utilizzato come deodorante naturale. Io sinceramente per comodità e dato che lo sto usando parecchio con i miei esperimenti l’ho comprato in internet in polvere. Non avevp voglia di pestellarlo, il prezzo é davvero contenuto e soprattutto sapevo che ne avrei utilizzato parecchio. Vi chiederete a cosa serve. lo si utilizza sostanzialmente per mordenzare o trattare il tessuto prima della tinta. In questo modo i vostri colori risulteranno indelebili.

La prima cosa da fare è pesare la maglietta e calcolare una percentuale del 25% di potassio da sciogliere in una pentola abbastanza grande piena di acqua tiepida (circa 5 litri).

Quando la polvere sarà sciolta completamente, sciacquatela sotto l’acqua e immergetela nella pentola. Arrivate a bollore e lasciatela sobbollire per circa un’ora. La maglietta a questo punto é pronta per essere colorata con tintura naturale, nel nostro caso la Curcuma.

Tutta gialla mi sembrava davvero troppo. Mi ricordavo di aver visto su qualche tutorial come lasciare delle impronte colorate durante le fasi della tintura quindi mi sono armata di elastici ed ho iniziato.

Per questa operazione potrete coinvolgere i vostri bimbi. In questo modo potranno personalizzare la loro maglietta e si divertiranno tantissimo! Pinzate con le mani alcuni punti della vostra maglia stropicciandoli un po’ e legateli strettamente con gli elastici. Ora è pronta per essere immersa nella soluzione tintorea.

Maglietta ed elastici per la decorazione.
Maglietta ed elastici per la decorazione.
Arricciatura del tessuto e fissaggio degli elastici prima delle tinture.
Arricciatura del tessuto e fissaggio degli elastici allla maglietta.

In una pentola mettete circa 3 litri di acqua fredda, aggiungete il bicchiere di aceto (serve come fissante) e tre cucchiai da the di curcuma. Immergete la maglietta. Fate arrivare a bollore e lasciatela sobbollire per almeno un’altra ora.

Immersione della maglietta nell’acqua di tintura

Già dopo qualche minuto vi renderete conto che il colore attacca alla perfezione.

Passato il tempo della bollitura estraete la vostra maglietta, fatela raffreddare, togliete gli elastici e sciacquatela abbondantemente in acqua prima di farle un bel lavaggio in lavatrice con i delicati.

Eccola appena tirata fuori dalla pentola.

Maglietta colorata con la curcuma.
Maglietta appena tinta.

Una volta asciugata e stirata la vostra maglietta sarà pronta per essere indossata!

Tintura Naturale: la Curcuma
Maglietta Tinta con la curcum

Dedò è stato superfelice del risultato e non vede l’ora di sfoggiare la sua maglietta durante la recita di fine anno. Nessun bimbo l’avrà mai uguale alla sua!

Ovviamente io sono pronta per testare altre tinture naturali. Fammi sapere se ci hai provato anche tu!

 

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *