girocollo con conchglie

RICORDI DI MARE, UNA RICHIESTA PERSONALIZZATA.

Ogni giorno mi arrivano richieste personalizzate e, come sapete, adoro mettermi in gioco per soddisfare i desideri di chi me le chiede. Questa volta,  mi è stato chiesto un girocollo che custodisse i ricordi di una bella vacanza al mare: ho così dato vita alla collana “Ricordi di Mare”.

Mi piace trovare mille modi diversi per soddisfare le richieste personalizzate di chi mi circonda. Il più delle volte sono richieste bizzarre ma, nel mio piccolo, cerco sempre di trovare una soluzione semplice e funzionale che possa soddisfare la persona che me lo chiede. E’ la parte del mio lavoro che, forse, amo di più. Poter dar sfogo a tutta la mia creatività, testando e abbinando le differenti tecniche che nel corso degli anni sono andate a formare il mio bagaglio lavorativo. Trovo estrema soddisfazione e mi permette di avere un lavoro sempre diverso e stimolante.

L’ultima volta che mi ero cimentata in qualcosa di particolare su una collana lo potete vedere qui !

Questa volta, Paola, una mia affezionata cliente, aveva l’esigenza di “custodire” dei ricordi di una vacanza al mare della figlia. Voleva che le creassi un girocollo per poter appendere delle conchiglie raccolte durante una vacanza sulle splendide spiagge di Zanzibar.

Tutti noi, io per prima, abbiamo raccolto durante le nostre passeggiate estive pezzetti di mondo (anche se, come sappiamo bene, non si dovrebbe fare) per cercare di mantenere vivo il ricordo di momenti meravigliosi vissuti durante l’estate.

Mi è piaciuto molto quindi, una volta visionate le conchiglie, poter pensare ad un montaggio particolare che potesse dar loro tutta l’eleganza e l’importanza che meritavano. Ho pensato anche che dei ricordi marini dovessero risaltare e quindi in un contesto di gioiello non dovessero essere prevaricati dalla collana di sostegno.

Ho quindi optato per utilizzare un materiale semplice, di poco valore e sicuramente facilmente lavorabile: il rame.

Materiali utilizzati per la collana "Ricordi di Mare"

Materiali utilizzati per la collana “Ricordi di Mare”

Non volevo però che il rame così arancione e visivamente caldo andasse a impattare troppo con il colore delle conchiglie (bianche e nere). Quindi, ho deciso che, il girocollo sarebbe stato color argento. Quindi, saldatore alla mano, mi sono munita di stagno e ho iniziato a ricoprire il mio cerchio di metallo modellato a mano. Ho quindi creato tre piccoli gancini (come il numero delle conchiglie) e ho completato il mio lavoro.

La collana "Ricordi Di Mare" prima del montaggio finale.

La collana “Ricordi Di Mare” prima del montaggio finale.

Questo è il risultato.

Direi che le aspettative sono state soddisfatte. La collana semplice e essenziale fa risaltare la bellezza naturale delle tre conchiglie. Mi piace davvero molto e credo che molto presto, andrò anch’io a riesumare qualche ricordo dell’ultima vacanza al mare per crearmi qualcosa di simile!

Se anche tu hai ricordi (vetrini, conchiglie…) chiusi in un cassetto che vuoi montare su una collana o un bracciale, contattami, sarò felice di farlo io per te.

Collana puzzle in vetro di Murano per tre amiche.

TRE AMICHE, UNA STRADA CONDIVISA, UN REGALO IMPORTANTE.

Questa è una storia speciale. Oggi, per tre ragazze sarà una giornata importante. Sara, Marzia e Chiara, tre amiche di lunga data terminano il lungo percorso di studi che hanno da sempre condiviso. Qualcuno, una mamma, ha pensato di rendere questo giorno ancora più speciale con un regalo importante. Io, come GeaIdea, ho contribuito a realizzare questo sogno.

Era ancora Giugno quando Emilia, mia cliente affezionata da qualche anno, mi ha contattata per un ordine diverso dal solito. “Ho bisogno di te” mi ha detto, “Devo creare qualcosa di personalizzato, unico e speciale e so che puoi aiutarmi!”.

Quando iniziano così non riesco a tirarmi indietro, sento il pizzicorino dietro al collo e la voglia di mettermi in gioco è più forte di me. Ho quindi ascoltato la richiesta.

“A Settembre, la mia Bambina e le Sue due grandi amiche si laureano. Sai, hanno intrapreso il percorso di studio sempre insieme e questo è il coronamento di un sogno. Vorrei farti creare qualcosa che regalerò loro quel giorno. Qualcosa che possa essere costruito sui gusti delle ragazze e che riesca a sottolineare l’importanza di un rapporto così meravigliosamente speciale. Avevo pensato ad una collana con i loro colori preferiti ma che fosse unica e allo stesso tempo divisibile. Un regalo che possano aprire insieme quel giorno dopo la discussione di laurea. Vorrei infine che, in ogni momento, possa ricordare loro quel legame magico che le ha sempre contraddistinte”.

La mia fantasia ha fatto il resto. Mi sono subito venuti in mente i pezzi di un puzzle, così unici quando divisi ma saldamente uniti quando l’incastro è perfetto. Ho pensato poi al calore del rame, alla sua duttilità e alle diverse lavorazioni che avrei potuto applicare. Infine ho pensato ai colori (quelli preferiti da ogni ragazza) e ovviamente ho deciso di focalizzare il centro del lavoro sulle mie perle in vetro di Murano. Ora dovevo solo divertirmi a costruirla.

Per rendere tutto ancora più unico abbiamo pensato di personalizzare ogni pezzo con una scritta. Qualcosa che potesse spiegare la storia, che donasse alle collane un filo conduttore. Dopo diversi messaggi con ipotetiche frasi, Emilia ha deciso che, forse, sarebbe stato meglio incidere le iniziali dei nomi delle tre amiche. Ho ho avallato subito quest’idea. Mi sembrava la scelta migliore!

Per prima cosa, utilizzando il traforo da gioielliere ho tagliato le sagome dei tre pezzi di puzzle.

Il taglio dei puzzle per la collana delle tre amiche.

Il taglio dei puzzle per la collana delle tre amiche.

Successivamente, ho inciso ad acido il rame evidenziando le iniziali dei tre nomi.

Iniziali delle tre amiche incise con l'acido.

Iniziali delle tre amiche incise con l’acido.

Infine, dopo aver rifinito bene i bordi, ho reso l’effetto satinato sul fronte delle collane. Ho così dato una mano di vernice protettiva per evitare la naturale ossidazione del rame a contatto con la pelle.

Successivamente ho montato la catena e le chiusure a cuore ( mi sembravano perfette!).

Satinatura della collana per le tre amiche.

Satinatura della collana per le tre amiche.

Ho potuto così dedicarmi alle mie perle. Ho acceso la tanto amata fiamma e mi sono messa al lavoro. Sapevo che avrei dovuto utilizzare un paio di colori per ogni ragazza e gli abbinamenti cromatici dovevano essere:

  • Rosa e fucsia;
  • Azzurro e rosso;
  • Blu e giallo.

Così è stato. Ad ogni perla con i rispettivi colori ho abbinato delle perline più piccole con i singoli colori per creare un grappolo dinamico e colorato per ogni collana. Le ho montate a pendente con una sottile catena di rame. L’effetto lo potete vedere qui sotto!

Collana con perle cipria e fucsia

Collana con perla cipria e fucsia.

Ecco la perla azzurra e rossa per la seconda collana

Ecco la perla azzurra e rossa per la seconda collana.

Terza collana con perla blu e gialla.

Terza collana con perla blu e gialla.

Oggi Sara, Marzia e Chiara, insieme, termineranno il proprio percorso di studio, insieme. Io non le conosco. Quello che so di loro mi è stato passato da mamma Emilia. Auguro a tutte e tre di esaudire ogni sogno e di godersi ogni istante di questa favolosa giornata! Che la vita possa tenervi unite come dei pezzi di puzzle anche negli anni a venire!

In bocca al lupo Ragazze!

Ecco Sara, Marzia e Chiara raggianti con le collane indossate.

Ecco Sara, Marzia e Chiara raggianti con le collane indossate.

 

Salva

Salva

Le mie gallinelle fermaporta.

LA GALLINELLA FERMAPORTA: ECCO IL TUTORIAL!

La mia gallinella fermaporta, adatta da regalare ad ogni occasione, è perfetta per abbellire la casa e ha uno stile tra il country e lo shabby. Sono certa che, comunque, anche chi non ama questi stili saprà personalizzarla a suo gusto. Oggi condividerò con voi il cartamodello e il tutorial per realizzarla!

OCCORRENTE PER REALIZZARE LA GALLINELLA FERMAPORTA:

Materiali utili per fare la gallinella fermaporta.

Materiali utili per fare la gallinella fermaporta.

  • Carta Velina
  • Scampolo di cotone abbastanza sostenuto (per il corpo della gallina);
  • Piccola stoffa di colore contrastante (per il becco e la cresta);
  • Imbottitura;
  • Sabbia
  • Un sacchetto gelo;
  • Un elastico;
  • 2 Occhi in plastica per bambole o in alternativa due bottoni;
  • Macchina da cucire;
  • Attrezzatura da cucito.

DIFFICOLTA’  DEL LAVORO: Facile

TEMPO OCCORRENTE PER LA REALIZZAZIONE: Un’ora circa

PROCEDIMENTO:

Munitevi della carta velina e ricavate dal cartamodello il disegno delle dimensioni desiderate.

Cartamodello gallinella fermaporta

Cartamodello gallinella fermaporta

Ritagliate tutte le sagome dal cartamodello e ritagliandole dalle stoffe ricavate:

  • 2 sagome del corpo (scampolo grande);
  • 1 sagoma della base (scampolo grande);
  • 2 sagome del becco (Cotone a contrasto);
  • 2 sagome della cresta (Cotone a contrasto);
  • Un rettangolo di stoffa di 6 cm x 17 cm per il manico da disporre sul dorso della gallina.

Ricordatevi di lasciare un cm intorno al cartamodello per effettuare le cuciture.

Spillate i becchi alle sagome dei corpi (ovviamente a dritto) e cuciteli.

Come attaccare i becchi al corpo.

Come attaccare i becchi al corpo.

Spillate a rovescio la cresta della gallina e cucitela lasciandola aperta nella parte inferiore. Giratela a dritto,  inserite all’interno un po’ di imbottitura e infine fermatela con uno spillo per evitare che quest’ultima fuoriesca.

Piegate a metà il rettangolo per il manico, cucitelo e ribaltatelo a dritto aiutandovi con un ferro da maglia.

Come cucire la cresta e il manico della gallinella fermaporta.

Come cucire la cresta e il manico della gallinella fermaporta.

La cresta e il manico prima di essere cuciti al corpo.

La cresta e il manico prima di essere cuciti al corpo.

Accorpate quindi i due corpi a rovescio avendo l’accortezza di inserire la cresta e il manico come da foto e spillate il fondo con precisione.

Disposizione dei vari pezzi.

Disposizione dei vari pezzi.

Cucite la gallinella lasciando aperto un varco sotto la coda che servirà come ingresso per la sabbia e l’imbottitura e che alla fine andrete a chiudere con punti invisibili.

Rivoltate a dritto la vostra gallina e montate gli occhi.

Gallinella pronta per essere imbottita.

Gallinella pronta per essere imbottita.

Inserite quindi un sacchetto di plastica nel corpo. Riempitene metà con la sabbia e chiudetelo bene con un elastico.

Riempite per metà la gallinella fermaporta di sabbia.

Riempite per metà la gallinella fermaporta di sabbia.

Riempite la rimanenza del vuoto con l’imbottitura.

Imbottite il vuoto mancante della vostra gallinella fermaporta.

Cucite l’apertura rimasta:  la vostra gallinella fermaporta è pronta.

Una delle galline che ho fatto, l’avete già vista quando vi presentavo il tinello, é qui.

Un’altra, invece, ha trovato invece spazio vicino al camino, in sala. Eccola!

Ecco la gallinella fermaporta che vive di fianco al camino.

E voi, avete scelto i colori per fare la vostra Gallina fermaporta?

AH, DIMENTICAVO…

Spero di cuore che il tutorial sia stato di vostro gradimento.

Vi chiedo, dato che il cartamodello é opera del mio ingegno ed io l’ho regalato, se potete taggare o citare GeaIdea o (Fabrizia De Leo) quando pubblicate le foto delle vostre gallinelle!

Ve ne sarei molto grata!